Tenuto anche quest’anno il nostro Convegno di Bari.

Autore: , Pubblicato il 14 dicembre 2014 alle ore 15:59 nella categoria Articoli, Eventi

quarto

Pienamente riuscita la quarta edizione del Convegno Ufologico Interregionale del Centro Ufologico Nazionale (CUN) di Puglia e Basilicata, esattamente come per le precedenti, svoltesi con pieno successo nel capoluogo pugliese  l’8 ottobre 2011, il 13 ottobre 2012 ed il 16 novembre 2013 (chi volesse saperne di piu’ puo’ leggere i miei articoli su questo sito www.cunpugliabasilicata.it ). Quest’anno l’evento, organizzato il 19 ottobre 2014 presso il Palace Hotel di Bari con inizio dei lavori alle ore 9, aveva come titolo Ufo: la ricerca del contatto. Il pubblico numeroso ed attento ha seguito le relazioni fino a tarda sera, con l’adeguato supporto dei mass-media. L’iniziativa ha anche questa volta beneficiato del patrocinio sia della Provincia che del Comune baresi.

coord

Mauro Panzera e Giovanni Nicoletti

I Coordinatori Regionali del CUN per la Puglia Mauro Panzera e per la Basilicata Giovanni Nicoletti 

hanno inaugurato il convegno, porgendo i saluti ed i ringraziamenti di rito ed illustrando ai presenti il costruttivo cammino intrapreso oramai dal 2002 (anno di nascita dei due Coordinamenti), con evidenti risultati sul piano della ricerca, delle indagini sul campo, dell’organizzazione, della comunicazione anche telematica e, last but not least, dalla proficua collaborazione con il Centro Italiano Studi Ufologici (CISU), rappresentato nella circostanza dai Coordinatori Regionali per la Puglia Arcangelo Cassano e per il Molise Francesco D’Agostino. Sono stati presentati i saluti del Presidente del CUN Vladimiro Bibolotti e del Segretario Generale Roberto Pinotti, impossibilitati a partecipare, sia pur ponendo in risalto come il Consiglio Direttivo dell’Associazione fosse rappresentato dal Consigliere Nazionale Massimo Angelucci. Ne’ si è trascurato di evidenziare come le attività della seria ed equilibrata ufologia rappresentata dal CUN si svolgano anche in una regione, come la Puglia, caratterizzata in generale da un’apertura delle Istituzioni nelle tematiche inerenti lo Spazio, come testimonia il fatto che vi sia un apposito Distretto Aerospaziale.

anac1

G.Anaclerio G.Nicoletti e M.Panzera

I Coordinatori Regionali hanno quindi ceduto la parola al Responsabile Provinciale del CUN di Bari Gaetano Anaclerio 

il quale ha inaugurato la sessione mattutina del convegno, in qualità di Chairman della medesima.

La prima relazione, dal titolo Tu scendi dalle stelle: e se fosse vero?, è stata quella del Socio del CUN Puglia Fortunato Dello Russo, il quale ha effettuato una disamina degli argomenti “alternativi” (primo tra tutti quello approfondito da Mauro Biglino) mirate ad individuare un collegamento della Bibbia e dei Vangeli con l’ipotesi extraterrestrialista, tenendo conto anche del contenuto dei Vangeli Apocrifi e di quelli Gnostici, in relazione anche al fenomeno attuale del contattismo.

pinott

Roberto Pinotti

E’ stato poi proiettato uno spezzone della trasmissione televisiva Unomattina, andata in onda su Raiuno lo scorso venerdì 17 ottobre, nella parte in cui il Segretario Generale del CUN Roberto Pinotti 

ha parlato del recente ed importante caso delle Alpi Apuane di quest’anno, oltre che degli Ufo del passato e del ruolo delle Istituzioni Governative (in particolare il Reparto Generale Sicurezza dell’Aeronautica Militare, che dal 1979 segue il fenomeno ufologico dal punto di vista del monitoraggio statistico).

Il Coordinatore Regionale del CUN per la Basilicata Giovanni Nicoletti, con la sua relazione Ufo in Danimarca: un incontro ravvicinato nello Jutland ha “ripescato” un caso verificatosi in Danimarca nel 1995: scendendo nei particolari, il testimone Klaus Lundholm stava guidando tranquillamente su una strada la propria automobile, che poco dopo si guasto’. Successivamente, l’orologio digitale si riaccese, ed infine comparve un enorme disco volante al di sopra della vettura.

bergia

Paolo Bergia (alzato)

Il microfono è stato quindi ceduto al Responsabile del bollettino interno del CUN Filo Diretto Paolo Bergia 

il quale ha presentato una relazione dal titolo Ufologia e SETI, soffermandosi in particolare sulle ragioni che hanno portato la NASA a collaborare con il SETI stesso, al fine di lanciare un vero e proprio ponte tra noi ed ipotetiche civiltà extraterrestri, fino al ritiro dei finanziamenti pubblici da parte degli USA. Bergia ha illustrato l’importanza del programma di calcolo ripartito SETI@home per il coinvolgimento dei pc domestici, ed anche il fatto che nel 2005, in occasione del Simposio Internazionale di S.Marino organizzato dal CUN, lo scienziaro ungherese I.Altmar avesse redatto la “Scala di S.Marino” indicante il peso degli indici legati ad eventuali contatti ET. Dopo aver sottolineato la distinzione doverosa tra ufologia e SETI, la relazione ha chiarito quella ulteriore in cui quest’ultimo deve suddividersi tra “attivo” ((l’invio ad eventuali civiltà aliene) e “passivo” (l’ascolto di segnali provenienti da parte dei nostri ipotetici interlocutori).

E’ seguita successivamente la pausa caffè, nel corso della quale l’emittente televisiva Telenorba ha intervistato il Consigliere Nazionale del CUN Massimo Angelucci ed il Coordinatore Regionale del CUN per la Puglia Mauro Panzera.

angelu

Massimo Angelucci (a destra).

Ha fatto quindi seguito la seconda parte della sessione mattutina, aperta con la relazione del Consigliere Nazionale e Responsabile Tecnico  Analisi Videofotografiche del CUN Massimo Angelucci 

intitolataDall’aviazione elettromagnetica di Alberto Perego al contatto, con la quale è stato illustrato ai presenti il pensiero del Console Alberto Perego, il “Padre” della moderna ufologia fondatore del CISAER, che nell’immediato Secondo Dopoguerra ipotizzava che gli Ufo (che definiva aviazione elettromagnetica) avessero un ruolo ben preciso mirato alla salvaguardia della pace mondiale.  Angelucci ha spiegato al pubblico il ruolo equilibrato e costruttivo da sempre assolto dal CUN, che, pur applicando da sempre una metodologia scientifica, riconosce come all’ufologia non possa ricondursi tout court l’elemento della riproducibilità, a causa del carattere evasivo e sfuggente spesso assunto dagli oggetti volanti non identificati.  E’ stato rievocato il caso di Rimini del 13 agosto 2014, che ha visto come testimone un Assessore locale. Angelucci ha presentato un interessantissimo caso di IR3 (Incontro ravvicinato del terzo tipo) verificatosi in Armenia – dove ha vissuto per alcuni mesi – nel 1990, quando nei paraggi di una scuola è atterrato un Ufo, da cui sarebbero discesi tre umanoidi (una specie di “robottino” avrebbe detto ai bimbi alcune parole sul futuro del loro Paese).  E’ stato infine illustrato il contenuto di alcuni petroglifi scoperti sempre in Armenia risalenti a circa il 10.000 A.C. , raffiguranti forme umanoidi ed ufologiche. Angelucci ha concluso il proprio intervento spiegando come un eventuale contatto extraterrestre non si verificherà presumibilmente a breve, considerando inoltre che sarebbero probabilmente proprio i nostri ipotetici interlocutori a scegliere dove, quando e con chi avviare il contatto stesso.

panz

Mauro Panzera

E’ stato poi il turno del Coordinatore Regionale del CUN per la Puglia Mauro Panzera 

che ha presentato il documento dal titolo Casistica ufologica pugliese 2013, il quale ha elencato n.67 avvistamenti verificatisi l’anno scorso, tratti dalle segnalazioni dei testimoni al CUN, dall’Archivio del CISU e dai mass-media. Rapportata al trend pugliese degli ultimi anni, la casistica regionale del 2013 si è caratterizzata per un netto aumento rispetto ai 30 casi del 2008 ed ai 23 del 2009, per una riduzione rispetto al “boom” del 2010 (n.79 casi), ed ancora per un aumento rispetto ai 30 casi del 2011 ed ai 46 del 2012. La tipologia prevalente ha riguardato le Alte quote (AQ), le Luci notturne (LN), i Palloni giocattolo/lanterne cinesi (PG) e le Basse quote (BQ). Coerentemente con la casistica nazionale, anche in Puglia i mesi estivi (agosto, luglio e giugno) hanno presentato il maggior numero di avvistamenti. La fascia oraria piu’ interessante si è rivelata quella corrispondente al tardo pomeriggio ed alla sera. Nella stragrande maggioranza dei casi, è stato visto un solo oggetto.  Altri caratteri prevalenti sono risultati la forma sferica/circolare, il colore bianco/chiaro, il movimento “irregolare”. Per quanto concerne le province di avvistamento, quella di Bari è emersa come la piu’ ricca (subito dopo segue Lecce). I due casi piu’ interessanti sono risultati l’oggetto a forma di goccia osservato da due ragazzi a S.Pancrazio Salentino (BR) il 05/04/2013 e soprattutto quello a forma di “cappello da cow boy” visto da un testimone lungo la strada tra Putignano (BA) e Noci (BA) il 28/06/2013.

E’ terminata cosi’ la sessione mattutina alle ore 13,15.

Dopo pranzo, alle ore 15,30 è iniziata la sessione pomeridiana, che ha visto l’assunzione del ruolo di chairman da parte del Responsabile del bollettino interno del CUN Filo Diretto Paolo Bergia, il quale ha specificato che la casistica degli ufologi generalmente è molto piu’ ampia di quella realizzata dalle Istituzioni, poiché tiene conto di tutte le segnalazioni, anche di quelle non propriamente ufologiche a scopo comparativo.

Il Coordinatore Regionale del CUN per la Puglia Mauro Panzera ha presentato i saluti del Presidente del CUN Vladimiro Bibolotti.

anacl2

G.Anaclerio P.Bergia e M.Panzera

La parola è passata quindi al Responsabile Provinciale del CUN di Bari Gaetano Anaclerio 

il quale ha presentato una relazione dal titolo Quando gli alieni parlavano alla radio, evidenziando in un excursus storico l’avvio di esperimenti mirati alla rilevazione di ipotetici segnali extraterrestri attraverso l’impiego delle onde radio. Già negli Anni Venti del secolo scorso alcuni attribuirono allo scienziato N.Tesla l’invenzione del telegrafo senza fili (attribuita ufficialmente a G.Marconi), e negli stessi anni tre studiosi ebbero a che fare con segnali radio caratterizzati da ritardi frequenti ed anomali, tanto da aver fatto successivamente supporre allo scienziato scozzese D.Lunan che gli stessi potessero essere stati riflessi da una sonda aliena. Anaclerio ha illustrato il pensiero del contattista George Hunt Williamson, il quale avrebbe acquisito informazioni da sedicenti entità aliene attraverso la scrittura automatica. Sono state presentate anche le vicende di Amicizia, il presunto gruppo umano-alieno che negli Anni Sessanta

e Settanta del XX secolo avrebbe interagito con gli Alieni “buoni”(i W56) contro quelli “cattivi” (i CTR), soprattutto in Abruzzo.

crys

A.Stajano e S.Giacobbi

Dopo è venuto il turno dello scrittore salentino di fantascienza e giornalista del quotidiano online LeccePrima Alessandro Stajano, il quale ha presentato il suo recentissimo racconto Chrysalid, preparato proprio per questo convegno, grazie anche alla collaborazione dell’artista leccese Massimo Quarta, che ne ha realizzato l’immagine di copertina. E’ iniziata cosi’ la lettura della prima parte dell’opera da parte della giornalista Aspirante Socia del CUN Simona Giacobbi. La storia è quella di una nave spaziale, la Saturnia, incaricata di trasportare sulla stella Hadar un carico d’eccezione, costituito dagli ultimi esseri umani del Sistema Solare, a seguito dell’avvento di cataclismi che avevano portato alla fine della vita sulla Terra. La protagonista, il comandante Leda, a seguito dell’impatto dell’astronave con un veicolo sconosciuto sperimenterà il contatto con una misteriosa creatura che sconvolgerà il proprio bagaglio di certezze, fino a che la donna non ritornerà alla realtà.

magis

Gianvito Magistà (a destra).

Quindi è seguito l’intervento del Responsabile dei rapporti con i mass-media del CUN Puglia Gianvito Magista’ 

che ha presentato la relazione dal titolo Experiment 7: un progetto ai confini del possibile del Consigliere Nazionale del CUN Moreno Tambellini, il quale ha coordinato un esperimento fortemente innovativo condotto il 26 ed il 27 giugno 2009 a Ghiaccio Forte, in provincia di Arezzo, nell’ambito delle attività di una specifica sezione del CUN, la S.A.S. (Sezione Applicazioni Sperimentali), con l’obiettivo di tentare una “comunicazione” con ipotetiche intelligenze aliene che dovessero regolare il fenomeno Ufo. Magistà, che ha partecipato all’iniziativa al pari di altri esponenti del CUN Puglia e Basilicata (Mauro Panzera, Giovanni Nicoletti e Gaetano Anaclerio), ha illustrato il tipo di sperimentazioni utilizzate in loco (trasmissione segnali via radio, satellite, laser e fonti luminose; sperimentazione psichica e telepatica) e con l’ausilio di un manuale operativo redatto ad hoc, oltre che di un vero e proprio protocollo d’ingaggio. I risultati dell’esperimento sono stati parzialmente deludenti (se si esclude l’esame di una foto che ritrae i contorni di fogliame al cui interno si potrebbero individuare dei tratti vagamente umanoidi).

simo

A.Stajano e S.Giacobbi

Successivamente è stata letta da Simona Giacobbi la seconda parte di Chrysalid, il racconto di Alessandro Stajano.

 

 

cav

G. Cavaliere

E’ stato poi il turno di Giovanni Cavaliere componente dell’Ufficio Stampa del CUN, che nella sua relazione Ufologia e mass-media ha illustrato le proprie funzioni, relativamente ai rapporti con le Istituzioni ed i mass-media. Egli ha anche descritto l’importante iniziativa realizzata dal CUN, vale a dire il Premio J.A.Hynek, che si tiene in occasione del Convegno Internazionale di Roma organizzato ogni anno dall’Associazione per la premiazione dei giornalisti che si sono maggiormente prodigati nell’informazione ufologica. Quest’anno, esattamente l’11 ottobre scorso,  sono stati premiati il conduttore televisivo Fabio Fazio, l’Ammiraglio Falco Accame (presentante  un’interrogazione parlamentare negli Anni Settanta), i giornalisti Lao Petrilli e Vincenzo Sinapi (autori dell’ottimo saggio UFO I dossier italiani sulla casistica dell’Aeronautica Militare) e Ivano Pasqualino de La Repubblica. Cavaliere ha anche descritto l’importante ruolo oggi assunto dalle tematiche ufologiche nella fumettistica.

 

 

 

 

paro

Manuel Paroletti

Dopo la pausa caffè, è stato il turno dello scrittore e Referente per il CUN della Liguria Occidentale Manuel Paroletti, il quale ha presentato la propria docu-fiction Il caso Zanfretta: una storia diversa. Il relatore, in due ore e un quarto di avvincente e dettagliata proiezione sotto lo sguardo interessato e coinvolto del pubblico, ha descritto le vicende del piu’ famoso presunto addotto italiano dal 1978 in avanti, fin dal suo incontro con i cosiddetti Dargos. Paroletti ha evidenziato il carattere semplice e bonario di Fortunato Zanfretta, la cui buona fede è emersa da varie circostanze (l’aver superato positivamente gli esami dell’ipnosi regressiva del Dott-Moretti e dell’assunzione del Pentothal ad iniziativa del Prof.Marchesan, fino all’aver sempre rifiutato somme in denaro come quando si reco’ negli USA accompagnato dal giornalista Rino Di Stefano su invito del Col.W.Stephens per partecipare al Convegno di Tucson, allorquando gli fu offerto di cedere i diritti per la sua storia a condizione che la vicenda venisse ambientata negli Stati Uniti). E’ stata anche fatta vedere un’intervista al regista del film Invaxon, su un’immaginaria invasione aliena della Liguria: è emerso come durante le prove Zanfretta fosse stato colpito da crisi acute, evidentemente a causa del ricordo di una traumatica esperienza.

Il Convegno è cosi’ terminato in tarda sera, a seguito di un dibattito con il pubblico.

noi

F.Leone e V. Campanelli

Anche quest’anno gli attestati di partecipazione, a firma dei due Coordinatori Regionali, sono stati consegnati ai relatori ed ai due informatici (il Socio CUN Vincenzo Campanelli ed il tecnico Fabrizio Leoni).

 

Il nostro ringraziamento va anche quest’anno al Direttore di Fax, IL Dott. Enzo Magista’, che ha pubblicato a proprie spese i manifesti ed i programmi, con il supporto dei grafici. Anche al Socio del CUN Basilicata Enzo Madio, il quale ha effettuato le riprese del convegno realizzando un pregevole filmato. All’Aspirante Socia CUN Simona Giacobbi per il servizio fotografico e la lettura del romanzo Chrysalid. Allo scrittore Alessandro Stajano, per aver fatto gradito dono di copia del medesimo romanzo ai relatori. Un sentito grazie a tutti i Soci del CUN Puglia e Basilicata che hanno contribuito finanziariamente all’iniziativa. E, last but not least, al nostro affezionato pubblico, che ci ha consentito di garantire il nostro impegno anche quest’anno. tavol

Recensioni giornalistiche sono state pubblicate, oltre che sul presente sito Internet del CUN Puglia e Basilicata www.cunpugliabasilicata.it , sul sito Internet del CUN nazionale http://www.centroufologiconazionale.net/news/new.htm , su https://www.youtube.com/channel/UCw9C9_YUPNIE71fhEhhR2nw e https://www.youtube.com/watch?v=KwSHT6ZbA70 (il filmato realizzato da Enzo Madio), su www.lecceprima.it/ , su La Gazzetta del Mezzogiorno del 19/10/2014, sul Nuovo Quotidiano di Puglia del 19/10/2014, su UFO International Magazine e su www.salentopocket.it .

Arrivederci all’anno prossimo, amici, per il Quinto Convegno Ufologico Interregionale del CUN Puglia e Basilicata.

Popularity: 2% [?]

Leave a Reply

*

Trackbacks

Leave a Trackback
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close