Strani oggetti a Putignano; sbalzi di tensione a Casamassima; moria di polpi a Giovinazzo.

Autore: , Pubblicato il 27 agosto 2011 alle ore 01:18 nella categoria Articoli

Il 9 agosto scorso una persona ha osservato sui cieli di Putignano (BA) in via Margherita di Savoia, verso le ore 12,30 della mattina, due sfere luminose che si muovevano nell’aria spostandosi da una parte all’altra con movimenti che il testimone non ha esitato a definire “intelligenti”.

Durante l’osservazione sono apparse dal nulla altre due coppie di questi oggetti, raggiungendo così un totale di 6 sfere luminose.

L’uomo è corso sul terrazzo di casa per fotografarle, ma al suo arrivo erano scomparse. Il testimone esclude che fossero aeromobili perchè fortemente luminose, a volte stazionarie e a tratti descriventi evoluzioni nel cielo, che era terso con Sole splendente. Egli al tempo stesso esclude che si trattasse di fenomeni meteorologici, in quanto le sfere riflettevano i raggi del Sole.

Il testimone si è rivolto al sito www.cunpugliabasilicata.it, la cui redazione lo ha invitato a fornire informazioni più dettagliate. Sarebbe infatti estremamente utile sapere se il fenomeno sia stato osservato in presenza di vento (nell’ipotesi siano state viste delle “lanterne cinesi”, ciò potrebbe spiegare il comportamento in cielo degli oggetti che, evoluendo in aria, potrebbero aver dato l’impressione di essersi mosse “intelligentemente”).

Fonti: Comunicazione del testimone al sito Internet del CUN Puglia e Basilicata www.cunpugliabasilicata.it.

———————————————————————————————-

Qualcosa di strano sta verificandosi a Casamassima (BA), dove da una decina d’anni i cittadini subiscono le conseguenze di improvvisi e continui sbalzi di tensione dell’energia elettrica, oltre che di veri e propri danni agli elettrodomestici.

Il fenomeno si verifica in particolare in una zona ben circoscritta, dalle parti di via Tenente Galluzzi e via Camillo Birardi. Tutto ciò ha avuto inizio alla fine degli anni Novanta, quando il quartiere ha beneficiato di una crescita demografica, cui si è accompagnato un prevedibile aumento dell’uso di elettrodomestici di nuova generazione, i quali assorbono forti quantità di energia elettrica.

Ma che succede nel dettaglio? Un aspirapolvere, pur non essendo guasto, funziona a basso regime. In un altro caso, non si può attivare contemporaneamente più di un elettrodomestico, perchè salta la corrente. Si è bruciata poi la scheda interna di un friforifero appena acquistato. Secondo i residenti, l’impianto elettrico non sarebbe più adeguato alle nuove esigenze. Solo nel 2009 l’Enel avrebbe effettuato un controllo, nonostante le segnalazioni dei cittadini pervenissero a partire dal 2002. Tutti gli elettrodomestici accesi producono un rumore sordo di fondo, per poi divenire inutilizzabili, alla lunga.

Del caso sta occupandosi un’associazione locale di volontariato a tutela dei consumatori, il Codici (“Centro per i diritti del cittadino”).

L’ufficio stampa dell’Enel ha già chiarito che i tecnici hanno effettuato un’attenta analisi della rete, e stanno lavorando per una tempestiva ed imminente risoluzione del problema, considerando come nella zona vi sia un notevole assorbimento di energia in rapporto allo sviluppo urbano.

Fonte: Quegli sbalzi di corrente tolgono il sonno a un rione di Valentino Sgaramella (La Gazzetta del Mezzogiorno del 9/07/2011).

————————————————————————————————

Sabato 20 agosto scorso alcuni bagnanti hanno scoperto decine di polpi morti a Giovinazzo (BA), senza una spiegazione apparente, in una spiaggia a nord della città, in un tratto chiamato Trincea. E’ stata pertanto allertata la Guardia costiera, la quale ha effettuato un sopralluogo.

Peraltro il fenomeno, oltre che singolare, è per fortuna infrequente. Agli agenti è stata consegnata circa una ventina di molluschi. La Capitaneria di porto di Giovinazzo ne ha trovato soltanto uno, di polpo.  Si ipotizza anche che alcuni bagnanti abbiano preso con sè alcuni polpi, evidentemente per cibarsene.

Nei giorni scorsi era stata segnalata a Giovinazzo la presenza di un’alga tossica, che arreca lievi e momentanei problemi respiratori. Ma si è escluso che ad uccidere i polpi sia stata l’alga. Si pensa piuttosto ad un altro batterio o ad una nuova tossina presente in zona, probabilmente non nociva per l’uomo.

Comunque si stanno effettuando degli esami approfonditi per chiarire il caso.

Fonti: Moria di polpi allarme a Giovinazzo (La Repubblica del 23/08/2011); Lo strano caso dei polpi morti di Carmen Carbonara (Corriere del Mezzogiorno del 23/08/2011).

Popularity: 4% [?]

Tags: , , , , , ,

Leave a Reply

*

Trackbacks

Leave a Trackback
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close